trivella-mare-big

Referendum Trivelle (17 aprile 2016)

9 aprile 2016

trivella-mare-bigLa Redazione di Quaderni Flash ha deciso di approfondire gli aspetti correlati all’evento referendario del 17 aprile 2016. Le ragioni di questa nuova attenzione vanno individuate in più aspetti. Lo stimolo derivato da alcune conversazioni nei luoghi di lavoro, dalla lettura di alcuna articoli, dal fatto che siamo interpellati come cittadini a operare una scelta o a una non scelta, dalla preoccupazione di comprendere le eventuali o reali implicazioni dal punto di vista ambientale. Un interesse che la Redazione ha colto: il desiderio e la necessità di conoscere che cosa sta accadendo senza in tal modo delegare ad altri “che cosa fare”. Lo scritto di Villa è un contributo a questo percorso che si intende perseguire. La raccolta dei vari contributi e approfondimenti hanno come sbocco privilegiato il nostro sito internet e il prossimo numero della Rivista Quaderni Flash (N. 19). Referendum Trivelle, Villa_9apr16  Che cosa chiediamo a chi ci legge? Unirsi al nostro tentativo comunicando contributi, domande, considerazioni, ecc. scrivendo a redazione@quaderniflash.it e/o ai Comments del presente Post.


Comments

  1. Ing. Marco Carelli - 15 aprile 2016 at 1:21

    … Personalmente ritengo che il problema della trivellazione, da qualsiasi parte venga preso (fronte SI o fronte NO) dipenda dalla fallibilità umana ed inoltre da fortissimi interessi economici….pertanto sul “rispetto degli standard di sicurezza e di salvaguardia ambientale” non si potrà forse mai mettere la mano sul fuoco…

    Rispondi
  2. Renato Pellizzato - 17 aprile 2016 at 12:48

    Trivellazioni Siamo alle solite….interessi locali che contrastano con l’ interesse nazionale, interessi finanziari e di multinazionali, interessi individuali, di associazioni e gruppi politici nazionali; politici locali in cerca di notorietà e consenso per le prossime elezioni, tutti interessati a sostenere i lati positivi delle loro tesi minimizzando i lati negativi e complicare la questione vera. Nel caos ci si mette anche la magistratura con la questione tangenti, la ministra Guidi e un tempismo strano o perlomeni sospetto!
    Questo crea una grande confusione con obbiettivi diversi dal risolvere il vero problema che è l’interesse della nostra gente, delle persone e del futuro nostro e dei nostri figli

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>